PERCHE’? Le PAROLE PER DIRLO

Libri, racconti, storie per rispondere alle domande dei bambini sulla perdita e la morte

 

La scelta: libri emozionanti adatti alla lettura ad alta voce, cui far seguire un piccolo laboratorio.

 

Christian Voltz

Jan Louis Hess

La carezza della farfalla”

edizioni ARKA, 2005

 

Dove vive la nonna ora che se ne è andata? “Non sotto terra”, dice il nonno, “perché non amava né i vermi né le talpe. Né vola in cielo tra le nuvole, perché non ce la farebbe con i suoi 85 chili”. E se fosse sempre nel suo giardino, leggera come la carezza di una farfalla? Una favola per affrontare con i più piccoli il difficile tema della morte.

Età consigliata: 4-5 anni


Paola Ancilotto

Donatella Besa

Nonno orso”

Il Punto d’Incontro, 2002

 

Una delicata e simpatica favola per insegnare a “vedere” dietro le “debolezze” degli anziani il bene prezioso che essi rappresentano e a famigliarizzare grandi e piccoli all’idea che un giorno non lontano essi non saranno più con noi materialmente, ma “si libreranno” nel cielo come mongolfiere senza pesi.

Età consigliata: 6 anni


Monika Weitze

Eric Battut

Elefante rosa”

Edizioni ARKA, 1999

 

 

Il migliore amico di Bingo se ne va con il suo branco, e il giovane elefantino non riesce a darsi pace per la perdita dell’amico. La saggia civetta Enrica gli darà dei buoni consigli per tornare a essere un elefantino allegro e tornare a giocare, svelandogli il segreto della vera amicizia.

Età consigliata: 5-7 anni


Anette Bley

Anette Bley

… e dopo mille?”

Motta junior, 2005

 

 

Lisa può chiedere tutto ciò che vuole al suo amico Ettore, perché lui ha una grande esperienza e conosce benissimo il principio la fine di ogni cosa. Per esempio, Ettore sa che dai semi più piccoli nascono piante alte e forti, che l’erba della composta si trasforma in terra fertile e in che modo le api producono il miele. Ma un giorno Ettore non esce più in giardino, è ammalato e Lisa dovrà dirgli addio.

Un poetico racconto illustrato sull’affetto profondo che lega due amici e che darà conforto a tutti coloro che hanno perduto una persona cara

 Età consigliata: 8-11 anni


Dolf Verroen

Wolf Erlbruch

Un paradiso per il piccolo Orso”

Edizioni e/o, 2003

 

 

Così di colpo, un pomeriggio, nonno Orso era morto. Piccolo Orso era molto triste, ma sua madre gli disse: «Nonno Orso era vecchio e stanco. Adesso è nel paradiso degli orsi, dove tutti gli orsi sono felici».

«Ci voglio andare anch’io» disse piccolo Orso. E andò in giro per il mondo, alla ricerca del paradiso.

Il libro racconta la storia di un piccolo orso alla ricerca del paradiso, per ritrovare i genitori morti. L’autore affronta con grande leggerezza, e splendide illustrazioni, un tema profondo e delicato come quello della morte.

Età consigliata: 5-7 anni


Max Velthuijs

Max Velthuijs

Ranocchio e il merlo”

Bohem, 2011

 

Ranocchio trova un merlo morto e non capendo cos’abbia si interroga su cosa sia successo, poi un po’ alla volta arriveranno gli amici che in un crescendo proporranno spiegazioni diverse, fino a che Lepre dirà che è morto. Così decidono di seppellirlo, di fare una piccola cerimonia e poi? cosa succede dopo? Un po’ alla volta la vita riprende.

Una bellissima storia poetica per affrontare con semplicità l’idea della morte e continuare a vivere… perché la vita è davvero meravigliosa.

Età consigliata: 5-10 anni


David Macaulay

David Macaulay

Angelo”

Donzelli Editore, 2012

 

 

 

La teneva ancora in braccio quando giunse sulla porta di casa. «E va bene, ma solo per stanotte – borbottò -, e dormirai fuori, sul terrazzo». Quando però vide un grosso gatto affilarsi le unghie sul tetto di fronte, la riportò indietro. «Diamine, io restauro mura, mica piccioni». Continuò a brontolare mentre le preparava il letto.

L’anziano Angelo sta restaurando l’esterno di una chiesa quando trova una femmina di piccione ferita. Pur detestando i piccioni, che rovinano il suo lavoro, la porta a casa, la cura e le dà un nome. Angelo, concluso il restauro, sentendo che la propria vita sta finendo, si preoccupa di preparare un rifugio sicuro per il suo piccione, costruendole un nido in muratura in cima alla chiesa restaurata.

Età consigliata: 5-10 anni


Pablo Albo

Miguel Angel Diez

L’ultimo canto”

Logos, 2010

 

 

Tutte le mattine il gallo Filiberto sale sul campanile e, con il suo “O sole mio…”, dà la sveglia agli abitanti del villaggio. Nulla cambia per lunghi anni, così tanti da credere che tutto continuerà allo stesso modo per sempre. Ma con il tempo il gallo si fa anziano e, una notte, chiude gli occhi per non svegliarsi più. La morte è un concetto difficile da comprendere per i più piccoli e da spiegare per gli adulti; L’ultimo canto la affronta in modo naturale, esplorando tutte le fasi affettive che si sperimentano dopo una perdita

Età consigliata: 6-10 anni


Annamaria Gozzi

Violeta Lopiz

I pani d’oro della vecchina”

Topipittori, 2012

 

 

 

La vecchina pensava che la Morte si fosse dimenticata di lei. Ma un giorno, verso Natale, alla porta della casa bislacca, bussa un’ospite inattesa: un’Ombra Scura che vorrebbe portarsela via. Ma, niente da fare: la sopraffina pasticcera deve preparare i dolci di Natale, che nessuno sa fare meglio di lei. L’Ombra si indispettisce, poi però ne assaggia uno, poi un altro… E si accorge di non aver mai provato niente di simile. Un’affascinante storia tzigana interpretata con intense ed emozionanti illustrazioni.

Età consigliata: 7-11 anni


Wolf Erlbruch

Wolf Erlbruch

L’anatra, la morte e il tulipano

Edizioni e/o, 2007

 

 

 

“Già da molto tempo l’anatra aveva come un presentimento. ‘Chi sei? E perché mi strisci alle spalle di soppiatto?’ ‘Bene, finalmente ti accorgi di me’ disse la morte. ‘Sono la morte.’ L’anatra si spaventò. Non la si può certo rimproverare per questo. ‘E adesso vieni a prendermi?'”.

Un piccolo capolavoro che racconta con poche semplici parole la morte parlando della vita, senza censure, con la leggerezza e l’inesorabilità proprie solo dei cicli della natura.

Età consigliata: 5-99 anni


Jutta Bauer

Jutta Bauer

L’angelo del nonno”

Salani, 2002

 

 

Al nonno piace raccontare, e al nipote racconta di quand’era bambino, e attraversava la piazza di corsa tutte le mattine, per andare a scuola. Dall’alto una grande statua lo osservava, ma lui non vi badava, era sempre di fretta. Era un bambino coraggioso, che non temeva nulla, che alla fine la faceva sempre franca. Il nonno mentre racconta non lo vede, ma sullo sfondo dei disegni che accompagnano la storia la grande statua in mezzo alla piazza prende vita: è un angelo che segue il bambino, lo aiuta, lo protegge, anche quando deve affrontare la dura realtà della guerra e della vita adulta.

Età consigliata: 5-99 anni


Kitty Crowther

Kitty Crowther

Io e niente”

Almayer edizioni, 2010

 

 

Niente è un amico immaginario. Ai bambini non importa niente se Niente sta con me. A volte metto a tavola un piatto per Niente con niente dentro. Non è vero che non c’è niente da fare, dice Niente: dal niente infatti si può fare tutto. Un giorno piantano dei semi che la mamma aveva conservato nel grande ripostiglio. Sono i suoi preferiti, i papaveri blu dell’Himalaya. Quelli di cui un pettazzurro aveva tenuto i semi nel becco durante un lungo periodo di gelo, per paura che quel fiore sparisse per sempre, dice la leggenda. Poi aveva piantato i fiori nel giardino di una principessa… Quando i fiori sbocciano il padre di Lilà decide finalmente di consegnare alla figlia un regalo segreto, una scatola lasciata da sua madre. La sorpresa è cosa c’è dentro. Niente accade per niente.

Età consigliata: 8-99 anni